Disturbi alimentari 2.0: La fragilità nascosta tra social network e disturbi del comportamento alimentare

I siti Pro-Ana e Pro-Mia appartengono alle neo-insidie dei social e delle nuove tecnologie accompagnando la nascita di nuove frontiere dei disturbi alimentari chiamati 2.0.
Siamo di fronte ad un vero e proprio effetto stringa, dove ogni diramazione costituisce una modalità disturbata di affrontare l’alimentazione, la nutrizione e l’immagine corporea, qui troviamo i burattinai dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA): fitnessApp, applicazioni per il controllo dell’assimilazione calorica, Instagram fiorente di beniamini del fitness e dell’incremento muscolare, personal trainers virtuali. Essi sono strumenti che possono portare a dipendenze da sport, eccessivo controllo alimentare fino ad arrivare a vere e proprie fobie per determinati alimenti!